Cancro al fegato

cancro al fegato
cancro al fegato

Molti tumori metastatizzano al fegato, e in rari casi fegato stesso diventa la fonte della malattia. Tra gli uomini, i casi di cancro al fegato si verificano in due volte più spesso delle donne, che è associato con una differenza nell’uso di alcol. Uno dei più comuni tipi di cancro del fegato è il cancro delle cellule del fegato (tumore primario), il linguaggio di medicinale chiamato carcinoma epatocellulare (abbreviazione usata – NSS). A sua volta, il cancro delle vie biliari, tumori delle vie biliari (colangiocarcinoma), è meno comune. Una caratteristica comune di questi tumori è che spesso sono una conseguenza della cirrosi epatica o malattie delle vie biliari croniche. In medicina, cancro del tratto biliare può essere attribuito al tipo di cancro della cistifellea.

Il carcinoma epatocellulare può metastatizzare ad altre sezioni del fegato, anche se non così spesso come altri tumori, e hanno già diagnosticati in fasi successive quando metastasi entrata, per esempio, in osso o polmoni. Spesso nelle prime fasi del tumore cresce e progredisce molto lentamente. Il cancro del fegato è in una fase avanzata può provocare emorragie interne, ascite o insufficienza epatica.

Fattori di rischio

Cirrosi e altre malattie del fegato sono la principale causa di cancro al fegato nei paesi occidentali. Secondo la più abile del mondo, spesso la causa è l’infiammazione cronica del fegato causata dal virus HBV in Asia e in Africa, l’epatite B e C non sono rari e, di conseguenza, il cancro al fegato e la cirrosi non si verificano abbastanza frequentemente. In Finlandia e altri paesi occidentali, la causa più comune di cirrosi è l’abuso di alcol. Tuttavia, la causa del cancro del fegato può essere rare e malattie del fegato non sono correlati con l’uso di bevande alcoliche. Nei paesi occidentali, la crescente minaccia per la salute è in sovrappeso, che porta ad un eccessivo accumulo di grasso nel fegato, e la sindrome metabolica, che aumentano il rischio di cancro. Particolarmente acuta, questo problema si verifica negli Stati Uniti, tuttavia, si sta facendo in altri paesi.

Inoltre, una tale malattia come emocromatosi provoca anche il cancro cirrosi e fegato. Emocromatosi – un disturbo del metabolismo del ferro, per cui nel fegato, pancreas e altri organi accumulano sua eccedenza. Se questa malattia è lasciata non trattata, aumenta il rischio di tumore primario del fegato di circa 200 volte. Tuttavia, se si risolve il problema in tempo, prima che abbia avuto il tempo di sviluppare cirrosi epatica, il rischio di cancro si riduce a nulla.

I fattori di rischio includono anche il diabete, età avanzata e il fumo.

sintomi

Nella maggior parte dei casi, il cancro primario del fegato è asintomatica, che è il motivo per cui la diagnosi corretta è in ritardo. I sintomi più comuni della malattia compaiono anche quando il tumore si è diffuso al di là del fegato o ha metastatizzato ad altri organi. sintomi primari sono sintomi comuni di cancro che possono essere associati con una varietà di disturbi, e che può essere appunto il cancro, le persone non sempre riflettono.

La fatica, sensazione di pesantezza nella parte superiore dell’addome, e perdita di appetito possono indicare la presenza di malignità. Se il tumore provoca dolore e sentito nella parte superiore, eventualmente, è già diventato abbastanza grande. I sintomi secondari di cancro al fegato includono perdita di peso, a volte febbre, vomito e ingiallimento della pelle. Quest’ultimo deriva dal fatto che il fegato non è più in grado di rimuovere dal bilirubinemia. Un segno di cancro del fegato può anche essere prurito derivante dalla variazione nel contenuto di acidi biliari nel sangue.

Diagnostica

Se si sospetta che il cancro al fegato, in primo luogo, di regola, i valori del sangue e del fegato prelevati controllati. Quasi sempre, è possibile determinare se una persona ha il cancro al fegato o meno da un esame del sangue.

Con l’aiuto del computer (CT) e la risonanza magnetica (MRI) per ottenere immagini precise, che semplifica notevolmente la diagnosi. La tomografia computerizzata ci permette di vedere se il tumore si è diffuso ai tessuti adiacenti o dei vasi sanguigni. Durante l’esame diagnostico viene prelevato un campione di tessuto tumorale (biopsia). Questo per garantire che determinano se un paziente ha il cancro o no. Biopsia – l’unico modo per determinare se la formazione di epatica benigna o maligna. Se confermato dalla presenza di un tumore maligno, è determinata dal grado della sua prevalenza.

Se si sospetta che il cancro al fegato anche condotto e test di laboratorio. Fate un esame del sangue per l’alfa-fetoproteina AFP (marcatore tumorale del fegato), il cui livello nel 80% dei pazienti con tumore primario del fegato è aumentato. Se il livello di AFP aumenta nel tempo, allora questo è un chiaro indicatore della presenza di cancro. Quando si sceglie un trattamento per il cancro al fegato, preso anche campioni di sangue per lo studio delle violazioni delle sue opere, che sono spesso causati dalla malattia, cancro precedente.

Trattamento

Il trattamento del cancro del fegato è prevista in ciascun caso a seconda dell’entità del tumore, come il fegato, e la condizione generale del paziente. La scelta del tipo di trattamento riguardano anche eventuali comorbilità e farmaci presi. Il criterio principale se è possibile effettuare un intervento chirurgico, è la posizione del tumore in relazione a strutture vascolari principali e sistemi delle vie biliari, nonché le dimensioni e il numero di tumori maligni.

Il trattamento può consistere in uno o più dei seguenti metodi:

  1. operazione
  2. trattamento topico
  3. Il trattamento mirato direttamente nel flusso sanguigno: la terapia
  4. himioembolizatsionnaya (TACE) e la radioterapia interstiziale selettiva (SIRT)
  5. Radioterapia
  6. medicazione

L’unico trattamento che dà la possibilità di una cura è un intervento chirurgico. Tuttavia, il tumore deve poter essere azionato, cioè piccole dimensioni e si trova nel vano del fegato, da dove può essere rimosso. Inoltre, il corpo deve essere relativamente sano. Spesso il fegato, al momento della diagnosi di cancro è già in abbastanza cattive condizioni a causa di cirrosi, e, quindi, la chirurgia è possibile in casi molto rari.

cancro al fegato
cancro al fegato

Durante il funzionamento, è possibile rimuovere circa un quarto dell’intera tessuto corporeo. Tuttavia, è possibile, se insufficienza epatica sviluppato non troppo. Dato che il fegato è principalmente sano, si può rimuovere fino al 70-80% del tessuto. Quando il fegato è danneggiato, tuttavia, la dimensione del tumore e un piccolo numero di da 1 a 3, possono dare buoni risultati trapianto di fegato.

Se la chirurgia non è possibile, quindi altri metodi di trattamento può ridurre il tumore o rallentare la sua crescita. Se ci sono solo uno o più tumori in alcuni casi è possibile ricorrere ad un metodo per effetto locale, per esempio, termoablazione a radiofrequenza. Durante questa procedura direttamente nel set agoelettrodo tumore che trasmette energia in radiofrequenza riscalda il tumore e per un breve tempo ad una temperatura elevata, distruggendo in tal modo le cellule cancerose e sane.

Quando la preparazione chemioembolizzazione (TACE procedura) farmaceutica viene iniettato direttamente nell’arteria che fornisce sangue al tumore. Allo stesso tempo, esplorare le vene che alimentano il tumore agente embolizzazione. Talvolta, in casi molto rari tecnica TACE è così efficace che il tumore è ridotto a dimensioni che consentono di effettuare un’operazione per rimuoverlo. In alcuni casi ricorrere alla terapia selettiva interstiziale radiazioni (SIRT-terapia), la cui caratteristica è che introdotto nelle particelle microscopiche arteria che creano un alto livello di esposizione interna locale nei vasi sanguigni del tumore.

Ricorrendo EBRT soprattutto quando diffusione del tumore provoca dolore in un paziente. L’uso della radioterapia è limitata dal fatto che un tessuto epatico sano è molto sensibile a questo tipo di esposizione.

La terapia farmacologica solo noto, prolungando la vita del paziente, il trattamento è un agente antineoplastico direzionale Sorafenib. E ‘prescritto nei casi in cui il cancro si è diffuso notevolmente e non può essere un trattamento locale (chirurgia, l’embolizzazione o RF termoablazione). Oggi si studiano nuovi metodi mediche.

Per il successo del trattamento del cancro al fegato primario richiede un lavoro coordinato di professionisti e specialisti di oncologia chemioterapia e la radioterapia. In Finlandia, il trattamento chirurgico delle malattie Pechenin ahoditsya Summit. Per selezionare il corretto trattamento Dokrates specialisti della clinica prestare particolare attenzione alla diagnosi accurata del cancro primario del fegato nelle prime fasi. Trattamento del cancro nelle fasi successive è svolta da esperti di altissimo livello, con molti anni di esperienza in questo settore.

chemioterapia

Studiamo l’uso della chemioterapia sistemica e regionale in combinazione con altri trattamenti. Solo una piccola percentuale di tumori rispondono alla chemioterapia. Solo che non so l’effetto della chemioterapia sulla sopravvivenza.

Negli studi clinici, verificato la possibilità di farmaci contro il cancro al fegato, come oxaliplatino, capecitabina, gemcitabina e docetaxel. Buoni risultati sono stati ottenuti in studi con somministrazione concomitante di doxorubicina e oxaliplatino e gemcitabina e oxaliplatino e la terapia con cetuximab farmaci avvistamento (Ertubiks).